Sono i piatti freddi estivi per eccellenza: gustosi e rinfrescanti, sono ricchi di vitamine e sali minerali preziosi come il potassio, utile per combattere stanchezza e crampi muscolari

Serve molto coraggio e pure un po’ di incoscienza per accendere i fornelli in queste giornate così torride. Dunque, largo ai piatti freddi: facili e veloci da preparare, sono gustosi e rinfrescanti, ideali per sconfiggere la calura estiva soddisfando il palato. Due i “classici” che non possono mai mancare sulla tavola: prosciutto e melone da un lato, mozzarella e pomodoro dall’altra.

Entrambi sono abbinamenti perfetti per la dieta anti-caldo. Il segreto sta nel potassio, contenuto nel melone e nel pomodoro. Questo minerale, indispensabile per la conservazione dei liquidi nelle cellule, è di grande importanza per chi suda molto e per chi fa uso di diuretici. Il potassio, infatti, stimola l’azione dei reni e aiuta a eliminare le scorie dell’organismo; inoltre, riduce la pressione del sangue e favorisce la lucidità della mente. Non bisogna dimenticare poi la sua importanza per il buon funzionamento di nervi e muscoli, compreso quello cardiaco: non è un caso, infatti, che la carenza di potassio si manifesti con una rapida affaticabilità, una ridotta capacità di reazione e con crampi muscolari.

Pe reintegrarlo nel nostro organismo in maniera naturale, si comincia dalla tavola. La frutta di stagione ne è particolarmente ricca, e il melone non fa eccezione: oltre al potassio, offre anche vitamina C e betacarotene, molto utile per la pelle in preparazione dell’abbronzatura. L’ideale è abbinarlo con prosciutto crudo magro e dolce, che completa in quadro fornendo proteine e vitamina B. Il tutto ha un ridotto apporto calorico adatto anche a chi è a dieta: mettendo insieme 50 grammi di prosciutto e 150 di melone, si totalizzano all’incirca 160 chilocalorie.

Se siete tra quelle persone che trovano il melone un po’ difficile da digerire, allora una buona caprese fa al caso vostro. Anche il pomodoro è ricco di potassio, vitamina C e betacarotene, mentre dalla mozzarella si ottengono proteine di alto valore biologico, calcio per le ossa, vitamine B e grassi.

10/07/2015