I più pigri e obesi d’Europa. Il poco invidiabile primato spetta agli adolescenti italiani. A rivelare lo sconfortante risultato, l’ufficio europeo dell’nel suo rapporto sulla salute e il benessere dei giovani, che analizza dati raccolti tra il 2013 e il 2014 su ragazze e ragazzi di 11, 13 e 15 anni.

Secondo il rapporto più del 30% dei ragazzi maschi tra gli 11 e i 13 anni è obeso o in sovrappeso, dato che scende al 25% per i quindicenni. Del resto l’attività fisica in Italia è pesantemente trascurata: siamo ultimi sia per gli undicenni sia per i tredicenni, mentre siamo penultimi per i quindicenni. Peggio di noi fa solo Israele. Solo il 5% delle ragazze e l’11% dei ragazzi fa almeno un’ora al giorno di esercizio moderato o vigoroso.

«Obesità e inattività sono fattori indipendenti – sottolinea Franco Cavallo, ordinario di epidemiologia dell’Università di Torino e curatore della parte italiana del dossier dell’Oms – i fattori su cui bisognerebbe agire sono certo l’attività fisica, ma non solo, anche i modelli alimentari, con quello mediterraneo che ormai è stato ‘contaminato’».

I nostri ragazzi sono quelli che hanno anche la maggiore difficoltà a relazionarsi con gli adulti, ma in media sono meno violenti dei loro coetanei europei e praticano e subiscono meno il bullismo.

«Un altro capitolo su cui andiamo male – ricorda ancora Cavallo – è la relazione con la famiglia, e la percezione della scuola, sembra che i nostri ragazzi abbiano meno dimestichezza e meno capacità di relazionarsi con gli adulti. Tra i lati positivi invece si segnala il bullismo, su cui siamo molto bassi in classifica contrariamente a quello che si potrebbe pensare». Anche in questo caso i dati del rapporto parlano chiaro: all’età di 15 anni il 2% delle ragazze e il 3% dei ragazzi riporta di aver subito atti di bullismo, un numero superiore solo a quello di Islanda e Armenia e un decimo di quello che invece accade in Lituania.

Il quadro dell’Organizzazione Mondiale della Sanità si chiude fortunatamente con un dato confortante: in generale tra i teenager del Vecchio Continente sta diminuendo chi assume fumo e alcol.

Francesco Bianco

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Imbarazzo e dolore: così il seno frena le adolescenti nello sport

Sexting, quando gli adolescenti inviano sms hot

Adolescenti: dormono poco per colpa dello smartphone e rischiano la salute

Genitori e figli adolescenti: fare sport insieme favorisce il dialogo