Cavolfiore, cavolo e broccoli 

Hanno cattiva fama, soprattutto tra i giovanissimi, ma le crocifere – così si chiama la famiglia di broccoli, cavolfiori e cavoli – sono uno scrigno per la salute del nostro corpo.

Il nuovo studio 

Una delle ricerche più recenti sui loro benefici arriva dagli Stati Uniti. Broccoli, cavolfiori e cavolini di Bruxelles promuovono la salute intestinale. È questo in estrema sintesidella Pennsylvania State University, pubblicato su Journal of Functional Foods.

La sindrome della permeabilità intestinale

Mangiare una dieta che prevede regolarmente broccoli o cavolfiori aumenta le difese del corpo contro la colite o la sindrome della permeabilità intestinale. In quest’ultima condizione, l’intestino rischia di diventare permeabile appunto a tossine e altri microrganismi. Questo perché non riesce a costruire una barriera che è molto importante per la salute dell’organismo.

L’idrocarburo arilico

I ricercatori ritengono che le verdure crucifere contengano un composto che si scinde in altre sostanze nello stomaco, che poi legano e attivano un recettore, noto come idrocarburo arilico. Nell’intestino questo aiuta a mantenere una flora bilanciata e a migliorare la funzione di barriera, che fa transitare il cibo correttamente ma non tossine e microrganismi.

È così che quindi si previene la sindrome della permeabilità intestinale che può portare a infiammazione e conseguenze come artrite e malattie cardiache.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Le 14 “verdure” più salutari al mondo

Cavolfiore: amico del cuore, nemico dei tumori

I 10 cibi dell’autunno che ti rendono pieno di salute

Vuoi perdere peso con gusto? Ecco cosa mangiare a cena