Video in caricamento...

Le sostanze contenute in questi due frutti abbassano i livelli di infiammazione nell'organismo

Gli antociani (o antocianine) sono pigmenti viola appartenenti alla famiglia dei flavonoidi, in grado di proteggere la nostra salute. In che modo? Queste sostanze, contenute in mirtilli, uva nera, melanzane, fragole, stimolano nel nostro organismo reazioni biochimiche con elevato potere antiossidante, che limitano o bloccano i radicali liberi che nascono dal processo di ossidazione.

Gli antociani contro l’infiammazione

Gli antociani, inoltre, sono noti per il loro effetto preventivo nei confronti di numerose patologie, all’origine delle quali c’è un’infiammazione cronica. Tant’è che l’Università degli Studi di Milano, in collaborazione con l’Ente Nazionale Risi, ha realizzato un importante studio che ha trattato proprio questo tema. Clicca qui per vedere di cosa si tratta.

Antociani: dove sono e quanto assumerne

Ma dove sono contenuti gli antociani? E per trarne beneficio, quanto dovremmo consumarne? Ce lo spiega Chiara Tonelli, Presidente del Comitato Scientifico di Fondazione Veronesi e professore ordinario di Genetica all’Università degli Studi di Milano, nella nostra videointervista.

Chiara Caretoni

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Infiammazione cronica: sai quali sono i cibi che la combattono?

Riso nero e rosso: tengono alla larga infiammazione e malattie croniche

Artrite reumatoide: alcuni cibi diminuiscono l’infiammazione

Gli 8 consigli per abbassare i livelli di infiammazione nel corpo