Zenzero: tutte le virtù del re dei super food

Pubblicato il: 21 Novembre 2018 alle ore 22:01 Aggiornato il: 17 Maggio 2019

È sicuramente tra le spezie più salutari e deliziose che conosciamo. Ecco i suoi benefici a prova di scienza

Zenzero

Ha una storia millenaria nella medicina tradizionale e alternativa. È sempre stato usato per aiutare la digestione, ridurre la nausea e aiutare a combattere l’influenza e il raffreddore.

Può essere usato fresco, secco, in polvere, sotto forma di olio e succo.

Il gusto e la fragranza unici dipendono dagli oli contenuti, il più importante dei quali è il gingerolo, che tra l’altro è il composto bioattivo, responsabile delle sue proprietà medicinali.

Ideale contro tutte le nausee

convergono sul fatto che lo zenzero sia estremamente efficace contro la nausea. Ci sono diverse prove che sia efficace come dei farmaci.

Lo zenzero può alleviare nausea e vomito in seguito a un intervento chirurgico e nei pazienti che si sottopongono a chemioterapia.

Particolarmente efficace per combattere le nausee mattutine che colpiscono chi è incinta. che ha coinvolto quasi 1.300 donne in gravidanza ha dimostrato che assumere tra 1,1 e 1,5 grammi di zenzero al giorno può ridurre significativamente i sintomi.

È consigliato parlarne comunque con il medico se si è incinta e si assume spesso zenzero.

Aiuta a ridurre il dolore e
l’indolenzimento muscolari

È stato riconosciuto utile contro i dolori muscolari successivi all’attività fisica.

ha dimostrato che consumare 2 grammi di zenzero al giorno per 11 giorni riduce i dolori muscolari. Non ha un effetto immediato, ma è efficace se assunto giorno dopo giorno.

Può essere di aiuto contro l’artrite

Lo zenzero può aiutare ad alleviare i sintomi dell’artrite. ha dimostrato che assumere estratto di zenzero per sei settimane migliori sensibilmente il dolore articolare.

ha invece evidenziato che una combinazione di zenzero, mastice, cannella e olio di sesamo può ridurre il dolore e la rigidità che si provano se applicato direttamente sulla zona dolorante.

Ideale per chi ha il diabete

ha dimostrato che 2 grammi al giorno di polvere di zenzero fa diminuire del 12% i valori di zucchero nel sangue nelle persone con diabete di tipo 2.

Migliora significativamente l’HbA1c, un indicatore importante per il diabete. Si riferisce all’emoglobina glicata. Si sviluppa quando l’emoglobina, una proteina all’interno dei globuli rossi, che trasportano ossigeno a tutto il corpo, si unisce al glucosio nel sangue diventando appunto glicata. Misurando l’emoglobina glicata si può avere una fotografia di quanto sia stato il nostro livello di zucchero nel sangue in un periodo di settimane o mesi.

Ha grandi proprietà digestive

Diversi studi hanno dimostrato la grande efficacia di questa spezia a combattere la dispepsia, ovvero la difficoltà a digerire, anche cronica.

ha dimostrato che mangiare 1,2 grammi di polvere prima dei pasti dimezzi i tempi di digestione.

Riduce i dolori mestruali

I dolori mestruali – chiamati dismenorrea – non è altro che il dolore che possono provare le donne durante il ciclo.

che ha coinvolto 150 donne ha dimostrato che prendere un grammo di polvere al giorno per i primi tre giorni di ciclo riduca i dolori mestruali come i farmaci a base di ibuprofene.

Abbassa i livelli di colesterolo
e trigliceridi

Sono diversi gli studi che evidenziano questa caratteristica.

su un centinaio di persone con valori di colesterolo alti che hanno assunto tre grammi di polvere per 45 giorni hanno visto diminuire significativamente i valori del colesterolo e dei trigliceridi.

Ha proprietà anti tumorali

Il suo estratto è studiato da molto tempo come cura alternativa per diverse forme di cancro.

Le proprietà anti tumorali sono attribuite al gingerolo. ha evidenziato che assumere due grammi di estratto al giorno riduca significativamente l’infiammazione del colon.

Ci sono alcune prove che possa essere d’aiuto contro il cancro al seno, al pancreas e alle ovaie, ma servono ancora maggiori approfondimenti.

Aiuta a prevenire l’Alzheimer

Lo stress ossidativo e l’infiammazione cronica possono accelerare l’invecchiamento. Entrambe queste condizioni sono ritenute tra i fattori di rischio più importanti dell’Alzheimer e del declino cognitivo legato all’età.

Ci sono anche altre prove che possono potenziare le funzioni del cervello. In su decine di donne sopra i 60 anni, l’estratto si è dimostrato utile nel migliorare la memoria.

Può aiutare a combattere le infezioni

Il gingerolo può abbassare il rischio di infezioni. In effetti l’estratto può inibire la crescita di molti tipi di batteri.

ha dimostrato che sia particolarmente efficace contro i batteri della bocca, legati a malattie infiammatorie delle gengive, come le gengivite o le parodontiti.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Curcuma, zenzero e bacche di Goji: ci sono controindicazioni?

Artrite reumatoide: ecco i super cibi che alleviano i sintomi

Artrite: ecco i 10 cibi che alleviano i sintomi

Tè alla curcuma: ecco come potenziarne le proprietà

 

speciale diabete

 

Chiedi un consulto di Nutrizione