Genitori abili con i numeri riescono a trasmettere le loro capacità ai figli

Se a scuola facevate a cazzotti con la matematica, non pretendete che i vostri figli siano dei piccoli Einstein. L’abilità con i numeri, infatti, sembra essere in un certo senso “ereditaria”: passa di generazione in generazione, sia attraverso il Dna sia attraverso la routine quotidiana vissuta in famiglia. È quanto indica uno dell’Università di Pittsburh pubblicato su Developmental Science.

Questa ricerca è la prima in assoluto a dimostrare che tra genitori e figli c’è una trasmissione non verbale di competenze numeriche innate e non derivanti dallo studio. Gli psicologi lo hanno scoperto sottoponendo ad una serie di test matematici 54 bambini tra i 5 e gli 8 anni e 51 genitori (46 mamme e 5 papà) tra i 30 e i 59 anni.

Mettendo a confronto i risultati, è emerso che c’è una corrispondenza tra le performance di grandi e piccini, tanto che il punteggio ottenuto dai bambini può essere previsto in base a quello dei genitori. I ricercatori hanno inoltre verificato che da mamma e papà dipende anche il senso innato per i numeri, che si manifesta ad esempio riconoscendo a colpo d’occhio che 20 caramelle sono più di 10 caramelle senza doverle per forza contare.

«Crediamo che questa relazione tra le capacità matematiche di genitori e figli sia in qualche modo dovuta ad una combinazione di fattori ereditari e ambientali», spiega la psicologa Melissa E. Libertus, che ha coordinato lo studio. «In futuro cercheremo di capire fino a che punto i genitori trasmettono le loro caratteristiche genetiche e come invece creano un ambiente domestico che favorisce l’apprendimento crescendo così degli studenti bravi in matematica». Intanto questa ricerca potrà già avere «importanti conseguenze – sottolinea la psicologa – sia per l’insegnamento scolastico che per il modo con cui i genitori verranno stimolati a parlare di matematica e numeri coi propri figli».

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Inizia la scuola, arriva il mal di testa: ne soffrono 8 bambini su 10

Il cuore sul banco”, quali sono i sentimenti dei bambini a scuola?

Scuola: i videogiochi aiutano in scienze e matematica

Tuo figlio vuole lasciare la scuola? Andate insieme al museo

Messaggiare al buio mette a rischio il rendimento a scuola