Le raccomandazioni del Ministero della Salute per una corretta igiene orale prima e dopo il parto.

Nessun timore del dentista, neppure durante la gravidanza. Carie, gengiviti e paradontiti possono e devono essere affrontate anche in questo momento così delicato, nell’interesse di mamma e bebè. E’ quanto ricordano le nuove “” stilate dagli esperti del Ministero della Salute: un vero e proprio vademecum, destinato a medici e operatori sanitari, che contiene preziosi consigli anche per le donne in dolce attesa e le neo-mamme.

Per mantenere una corretta igiene orale in gravidanza, gli esperti raccomandano di spazzolare i denti due volte al giorno con dentifricio al fluoro, senza dimenticare l’uso del filo e degli altri ausili interdentali. Meglio evitare le bibite gassate, scegliere la frutta invece che i succhi di frutta e limitare l’assunzione di cibi zuccherosi fuori pasto. Si consiglia poi di scegliere acqua o latte magro come bevanda.

Per preservare lo smalto dentale e ridurre il rischio di carie, si consiglia alle donne che soffrono di nausea e vomito di consumare spesso piccole quantità di cibo nutriente, sciacquare la bocca dopo il vomito con acqua e un cucchiaino di bicarbonato di sodio, masticare chewing-gum senza zucchero o con xilitolo dopo aver mangiato, usare spazzolini da denti delicati e dentifrici al fluoro non abrasivi per prevenire danni alle superfici dei denti demineralizzate dal contatto con il contenuto gastrico acido.

In caso di problemi ai denti o alle gengive, non bisogna esitare e rivolgersi al proprio odontoiatra per eseguire le terapie necessarie e indicate, anche prima del parto. Il periodo più sicuro per le cure dentali è quello tra la 14esima e la 20esima settimana di gestazione. Le terapie orali elettive, invece, possono essere rimandate dopo il parto.

Con la nascita del bebè, le attenzioni si moltiplicano per due. Gli esperti del Ministero raccomandano alle neo-mamme di pulire le gengive del bambino dopo la poppata con una garza morbida o uno spazzolino a setole molto morbide; quando spuntano i primi denti, si può passare allo spazzolino, purchè molto morbido. Meglio evitare di mettere a letto il bambino con il succhiotto o il biberon contenente bevande diverse dall’acqua. Inoltre si raccomanda di evitare comportamenti con scambio di saliva, ad esempio la condivisione del cucchiaio della pappa o la pulizia del succhiotto con la propria saliva.

EB