Gli errori più comuni

Ecco quali sono le cattive abitudini che sfibrano i capelli, sfaldano le unghie e rovinano la pelle

Gli errori più comuni

Gli errori più comuniQuando ci si prende cura del proprio corpo è facile commettere qualche errore grossolano che, a lungo andare, potrebbe addirittura “ritorcersi” contro. Alcune cattive abitudini in fatto di igiene personale, hairstyling e make-up possono nuocere, col tempo, alla salute di pelle, capelli, unghie e labbra. Ecco quali sono gli sbagli più comuni e perché possono compromettere il nostro benessere.

Schiacciarsi i brufoli

Schiacciarsi i brufoliDi fronte alla comparsa improvvisa di un brufolo biancastro sul viso siamo spesso mossi dalla tentazione di schiacciarlo, convinti che sia una pratica più che mai necessaria. Niente di più sbagliato: la continua sollecitazione delle dita contribuisce ad irritare la pelle e ad allungare i tempi di guarigione, con il rischio che rimangano macchie, segni antiestetici e vistose cicatrici. Per non parlare, poi, della proliferazione di germi e batteri: le unghie e le dita potrebbero infettare le ferite, provocando un trauma ancor più evidente con la formazione di noduli e cisti.

La soluzione

Bisognerebbe applicare pomate o gel a base di clindamicina, che ha un’azione antibiotica e antinfiammatoria: questi prodotti riducono le lesioni, accelerano il processo di guarigione e impediscono la proliferazione dei germi.

Mordersi le labbra

Mordersi le labbraA volte, quando abbiamo le labbra secche e disidratate, strappiamo le pellicine con i denti, con il rischio che fuoriesca anche un po’ di sangue. Si tratta di un’abitudine sbagliata perché causiamo piccole lesioni alla mucosa labiale che, “spaccandosi” continuamente, risulta più fragile e soggetta a traumi, disturbi e infiammazione.

La soluzione

Le screpolature si possono eliminare con uno scrub naturale. Basta mescolare un cucchiaino di zucchero con un cucchiaino di olio d’oliva o di miele, spalmare il composto sulle labbra e sfregare dolcemente fino a eliminare tutte le cellule morte. In seguito bisogna utilizzare prodotti emollienti a base di olio di Argan e burro di Karité.

Cotonarsi i capelli

Cotonarsi i capelliPettinare in senso contrario i capelli, per ottenere una cotonatura in grado di allungare la forma del viso, può essere deleterio per la nostra chioma, soprattutto se questa operazione viene svolta con frequenza. Pettinare dalle punte verso il cuoio capelluto provoca la rottura della fibra capillare, facilitando la caduta.

La soluzione

Cotonarsi i capelli si può, ma solo se viene fatto una volta ogni tanto. Meglio raccogliere la chioma in una coda di cavallo morbida e naturale, utilizzando possibilmente un elastico largo e di cotone.

Usare il rasoio senza il sapone

Usare il rasoio senza il saponePassare il rasoio direttamente sulla pelle asciutta (e magari anche secca) potrebbe arrecare danni all’epidermide, provocando piccole escoriazioni e irritazioni cutanee soprattutto nelle zone delicate (come, ad esempio, quelle intime).

La soluzione

Prima della depilazione con rasoio, bisogna insaponare bene la zona da trattare. Dopo aver passato la lametta, è necessario sciacquare bene e, una volta asciutta, applicare una crema idratante.

Non mettere la base pre-smalto

Non mettere la base pre-smaltoApplicare lo smalto direttamente sull’unghia, senza stendere una base preparatoria, è dannoso per la lamina stessa. I pigmenti colorati, a lungo andare, penetrano all’interno dello strato ungueale, provocando un ingiallimento antiestetico. Oltre a un’alterazione di colore, le unghie diventano più fragili, tendono a spezzarsi con facilità e si sfaldano.

La soluzione

Prima di applicare lo smalto colorato, è sempre necessario stendere una base trasparente, che faccia da “intermediario”. Per chi avesse delle lamine deboli, con la tendenza a sfaldarsi, può utilizzare prodotti rinforzanti e riparatori.

Non struccarsi prima di
andare a letto

Non struccarsi prima di andare a lettoSiete vinte dalla stanchezza e andate a letto con il trucco ancora indosso? Grave errore! In questo modo i germi, i residui di make-up e le polveri inquinanti rimangono sulla pelle del viso che, a lungo andare, apparirà spenta, opaca, piena di impurità. Per non parlare, poi, dell’invecchiamento precoce della pelle, che si presenta sotto forma di rughe e secchezza.

La soluzione

Prima di coricarsi bisogna sempre struccarsi accuratamente, utilizzando un latte detergente delicato, applicato con un batuffolo di cotone o con un dischetto apposito. Poi ci si deve sciacquare il viso con acqua tiepida e, infine, è necessario stendere un velo di crema idratante notte.

Strofinarsi i capelli bagnati

Strofinarsi i capelli bagnatiUsciamo dalla doccia, prendiamo una salvietta e ci frizioniamo i capelli bagnati con l’intento di eliminare l’acqua in eccesso. Attenzione, però: le chiome ancora zuppe sono più fragili e i fusti tendono a spezzarsi con facilità se strofinati con troppa energia. Lo sfregamento, infine, aumenta l’effetto elettrostatico, nemico della messa in piega.

La soluzione

Come facciamo a togliere l’acqua dalla chioma? Bisogna tamponare delicatamente i capelli con un telo in cotone e avvolgerli in un “turbante” in microfibra che assorbe l’umidità senza danneggiare i fusti e le cuticole.

Non lavare mai i pennelli

Non lavare mai i pennelliI pennelli che utilizziamo per realizzare il nostro make-up trattengono le polveri dei prodotti e i residui di sebo, favorendo a lungo andare la proliferazione dei batteri. In questo modo i germi si depositano sull’epidermide, creando così imperfezioni e impurità a livello dei pori.

La soluzione

È fondamentale lavare questi accessori almeno una volta alla settimana, utilizzando un detergente apposito o il sapone di marsiglia.

Usare il piegaciglia sul mascara

Usare il piegaciglia sul mascaraSpesso utilizziamo il piegaciglia dopo aver applicato il mascara. In questo caso le ciglia, intrise di prodotto, sono secche e fragili e di conseguenza possono spezzarsi più facilmente.

La soluzione

Il piegaciglia va utilizzato sempre e solo prima di applicare il mascara: in questo modo non si rischia nulla.

Togliere le pellicine

Togliere le pellicineLe pellicine (o cuticole), che sono le sottili pellicole cutanee che si trovano ai bordi delle unghie, sono considerate antiestetiche e quindi vengono spesso “mangiucchiate” o tagliate con le forbicine. Si tratta di una pratica errata: le pellicine hanno il compito di saldare la cute del dorso del dito alla lamina ungueale, proteggendo la matrice dall’arrivo di acqua, polvere e agenti microbici che potrebbero creare infiammazioni. Per questo motivo è necessario “conservarle”.

La soluzione

Dopo un bel bagno caldo, che ammorbidisce le pellicine, si può fare un po’ di pressione con il pollice avvolto in un asciugamano. In questo modo, la radice dell’unghia non subisce alcun trauma.

Chiara Caretoni

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Fai bene a lavarti i capelli tutti i giorni?

Olio di semi di lino? Usalo per avere capelli in salute

Fa male tenere sempre lo smalto?

Fa male fare la doccia tutti i giorni?