Organo vomeronasale

Utili per capire l'evoluzione del volto umano, potranno essere usati dalla polizia scientifica per ricostruire l'aspetto di assassini e ricercati a partire dal profilo genetico

Nel Dna ci sono 5 geni “scalpellini” che modellano il nostro volto: il gene EDAR determina la protrusione del mento, mentre i geni DCHS2, RUNX2, GLI3 e PAX1 definiscono la forma del naso.

La scoperta, pubblicata su Nature Communications dai ricercatori dell’University College di Londra, servirà a capire meglio come si è evoluto il volto umano, ma non solo: questi geni potranno essere sfruttati anche in medicina forense, per ricostruire l’aspetto delle persone a partire dal loro stesso profilo genetico.

I geni che modellano i tratti del volto sono stati identificati analizzando il Dna di oltre 6.600 persone che vivono in America Latina (Brasile, Colombia, Cile, Messico e Perù). I ricercatori hanno preso in esame 14 caratteristiche specifiche di ciascun volto: 3.000 sono stati perfino ricostruiti in 3D, per avere rilevazioni ancora più precise. I dati così raccolti sono stati messi a confronto con le istruzioni genetiche contenute nel Dna di ciascuna persona.

Sono così emersi i 5 “scalpellini”: i geni GLI3, DCHS2 e PAX1, che controllano la crescita della cartilagine, e RUNX2, che invece controlla quella delle ossa del naso. I geni GLI3 e PAX1 decidono anche l’ampiezza delle narici, mentre DCHS2 determina quanto è affilato il naso. Il gene EDAR, invece, controlla la sporgenza del mento.

«Si è sempre detto che la forma del naso rispecchia l’ambiente in cui l’uomo si è evoluto: ad esempio, il naso più stretto degli europei dovrebbe rappresentare un adattamento ad un clima più freddo e asciutto», spiega il coordinatore dello studio, Andres Ruiz-Linares. «La scoperta dei geni che influenzano la forma del naso ci fornisce un nuovo strumento per esaminare la questione, così come l’evoluzione della faccia in altre specie. Potrebbe anche aiutarci a capire cosa non funziona nelle malattie genetiche che determinano anomalie del volto», conclude.

POSSONO INTERESSARTI ANCHE

Rifarsi il naso

Non solo estetica: con la rinoplastica torni anche a respirare bene dal naso

Naso perfetto senza bisturi: per il ritocchino ora c’è il “rinofiller”