Carenza di ferro: ecco tutti i sintomi

Pubblicato il: 22 Agosto 2018 alle ore 07:03 Aggiornato il: 17 Luglio 2018

Le più comuni cause della mancanza di ferro sono legate a una alimentazione povera e scorretta, oltre a fattori ereditari o legati ad alcune condizioni, come la gravidanza o le mestruazioni. Ecco i campanelli d'allarme da non sottovalutare

Stanchezza insolita

Sentirsi stanchi è uno dei più comuni sintomi della mancanza di ferro. Colpisce più della metà delle persone. Succede perché il nostro corpo ha bisogno di ferro per creare una proteina chiamata emoglobina, che si trova nei globuli rossi. L’emoglobina aiuta a portare ossigeno alle cellule. Se non ce n’è abbastanza, i tessuti e i muscoli ricevono meno ossigeno.

Pallore

La pelle pallida del viso è un altro sintomo molto comune. L’emoglobina infatti dà al sangue il colore rosso, così se c’è poco ferro il sangue è meno rosso. Questo pallore può colpire tutto il corpo e si può limitare a una parte, come il viso, le gengive o la parte interna delle labbra, fino alle unghie. È una delle prime cose che guardano i dottori per capire se c’è mancanza di ferro.

Respiro corto

Quando c’è poca emoglobina i livelli di ossigeno nel sangue sono bassi. Questo significa che i nostri muscoli non avranno sufficiente ossigeno per svolgere le normali attività. Di conseguenza aumenterà la frequenza del nostro respiro per cercare di supplire a questa mancanza.

Mal di testa e vertigini

La mancanza di ferro può causare mal di testa. Questo sintomo è meno comune rispetto agli altri e spesso è accompagnato da vertigini e confusione. Anche in questo caso dipende dal poco ossigeno che arriva al cervello.

Palpitazioni

Anche le palpitazioni possono essere un altro sintomo della mancanza di ferro. Questo perché con poca emoglobina il cuore è sollecitato a lavorare di più per trasportare ossigeno. Questo può portare a battiti irregolari. Per arrivare a questa condizione comunque bisogna soffrire di mancanza di ferro per un lungo periodo.

Pelle e capelli rovinati

Pelle e capelli secchi e danneggiati sono un altro sintomo. È sempre una conseguenza del poco ossigeno che raggiunge i tessuti.

Lingua gonfia e dolore alla bocca

Anche la lingua può essere un indicatore della mancanza di ferro. Quando la vediamo gonfia, infiammata o pallida. Possiamo avere anche secchezza delle fauci e piccola fessure ai lati delle labbra.

Sindrome delle gambe senza riposo

È una condizione che non ci permette di tenere ferme le gambe quando siamo a riposo. Generalmente peggiora nelle ore notturne, tanto da influire sulla qualità del sonno. Le cause di questa sindrome non sono state ancora scoperte completamente. Comunque fino al 25% delle persone che ne soffre ha anche una deficienza di ferro.

Unghie fragili o a cucchiaio

Tecnicamente si chiama coilonichia. Generalmente comincia con unghie fragili che si rompono facilmente. Più si va avanti con il tempo, più le unghie prendono la tipica forma a cucchiaio. Accade solo nei casi più gravi di mancanza di ferro.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

I 21 vegetali che contengono più ferro

Carenza di ferro: quali conseguenze nei bambini?

Ferro e attività fisica fanno volare i voti a scuola

Menopausa: la carenza di ferro aumenta il rischio osteoporosi

Chiedi un consulto di Ematologia