cottura a microonde

Il microonde non è pericoloso

Il microonde non è pericoloso

Ormai è una credenza largamente sfatata, ma c’è ancora qualcuno che lo pensa. La cottura a microonde non è pericolosa, le sue onde elettromagnetiche non sono cancerogene. Non esiste alcuno studio scientifico che supporta questa tesi e, anzi, gli esperti continuano a sottolineare il contrario, elencado diversi casi in cui il microonde può essere anche utile per cotture più salutari. Le onde elettromagnetiche del microonde, che per le loro proprietà fisiche cuociono il cibo generando il calore necessario dall’interno degli alimenti, non modificano infatti la struttura degli alimenti, perché sono onde a bassa energia. Funghi, soffritto con la cipolla, verdure e pesce: scopri di seguito perché scaldare questi alimenti nel microonde può avere degli aspetti positivi.

Funghi

Funghi

Come sostiene un recente pubblicato su International Journal of Food Sciences and Nutrition dal Centro tecnologico per la ricerca sullo champignon (CTICH) di La Rioja, in Spagna, cucinare i funghi nel microonde, come alla griglia, ha i suoi vantaggi in termini nutrizionali. Quando vengono cotti al microonde, infatti, aumenta il loro contenuto in polifenoli e quindi la loro attività antiossidante, senza una significativa perdita del valore nutrizionale. Le sostanze antiossidanti hanno lo scopo di contrastare l’azione lesiva dei radicali liberi e, quindi, di contrastare l’invecchiamento.

Soffritto

Soffritto

Il soffritto è considerato poco salutare perché aggiunge grassi e perché le temperature elevate rischiano di “bruciare” l’olio formando sostanze nocive. Con la cottura a microonde, invece, si aromatizza l’olio senza passare dal processo di frittura. Come fare? Trita la cipolla e mettila in un recipiente appena ricoperta di olio. Cuoci al microonde per cinque minuti alla massima potenza. La cipolla appassirà e l’olio acquisterà un sapore gustoso, diventando un ottimo condimento per risotti, carni, verdure. Si può conservare in frigorifero fino a tre giorni.

Verdure

Verdure

Le verdure cotte al microonde sono più nutrienti di quelle saltate in padella o grigliate sulla piastra. L’onda elettromagnetica, infatti, non altera le vitamine e i sali minerali. Il difetto delle verdure cotte a microonde? Il gusto non eccellente. Il motivo è che i più comuni vegetali contengono amido, una molecola che per essere trasformata non ha bisogno solo di calore, ma anche di acqua e la cottura a onde elettromagnetiche nel microonde avviene in assenza di liquidi.

Pesce

Pesce

Come le verdure, anche il pesce nel microonde cuoce senza bisogno dell’aggiunta di acqua: i nutrienti e i sali minerali rimangono intrappolati dentro le carni e non si disperdono nel brodo di cottura come invece avviene con la bollitura oppure nel guazzetto. I vantaggi non finiscono qui: il microonde conserva anche il profumo naturale del pescato, del mare e della salsedine. Il motivo? La cottura a onda elettromagnetica riduce al minimo l’esposizione al calore, quindi la struttura molecolare del pesce viene modificata pochissimo e al momento del consumo sarà quasi inalterata.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Se scongelo un alimento, poi posso ricongelarlo o è pericoloso?

È sicuro usare i fogli di alluminio per cucinare?

Cottura al vapore, in acqua o con pentola a pressione?

Dieta: guarda come cucinare per perdere peso