Sempre incollati alla sedia? Ecco come abbassare glicemia e trigliceridi

Basta camminare due minuti ogni mezz'ora, e poi chiudere la giornata con una bella passeggiata

Mica facile restare in forma se per lavoro tocca rimanere seduti a una scrivania per almeno otto ore al giorno. La sedentarietà, si sa, minaccia il cuore e sballa il metabolismo, ma non sempre c’è il tempo e la possibilità di recuperare in palestra o facendo una corsa al parco. Per fortuna esiste un piccolo trucchetto alla portata di tutti, anche quelli più indaffarati, per riportare le cose a posto.

Piè veloce

Basta indossare un bel paio di scarpe comode e tenere d’occhio l’orologio. Avete capito bene. Per abbassare glicemia e trigliceridi, bisogna alzarsi ogni mezz’ora dalla sedia e fare due minuti di camminata veloce, anche nel corridoio dell’ufficio, magari cogliendo l’occasione per fare fotocopie o portare documenti al collega in fondo al corridoio. A fine giornata poi, bisogna chiudere in bellezza con 30 minuti di camminata veloce, magari approfittando del tragitto verso casa o della spesa. Lo dimostra uno neozelandese pubblicato su Journal of Clinical Lipidology.

Lo studio

I ricercatori dell’Università di Otago hanno selezionato 36 volontari per sperimentare diversi interventi finalizzati a cancellare gli effetti deleteri della sedentarietà su cuore e metabolismo. In particolare, hanno ricreato quattro scenari differenti, della durata di due giorni ciascuno. Nel primo scenario, i partecipanti hanno trascorso gran parte del tempo seduti. Nel secondo scenario, hanno interrotto la sedentarietà con 30 minuti di camminata continua al termine della prima giornata. Nel terzo esperimento, i partecipanti si sono invece alzati dalla sedia ogni mezz’ora per fare due minuti di camminata veloce. Nel quarto e ultimo scenario, infine, le mini-camminate da due minuti sono state sommate alla passeggiata di mezz’ora a fine giornata. Le condizioni metaboliche sono state poi verificate nel secondo giorno di ciascun esperimento, misurando la glicemia e i trigliceridi nel sangue.

I risultati

I dati raccolti dimostrano che sia i mini-break da due minuti che la passeggiata di mezz’ora a fine giornata migliorano la salute metabolica, abbassando sia i trigliceridi che la glicemia. Gli effetti maggiori sono stati ottenuti combinando le due attività.

Mai troppo seduti

«Crediamo che questo studio contenga un importante messaggio per la salute», commentano i ricercatori. «La tradizionale mezz’ora di attività fisica moderata o intensa è importante, ma lo è anche limitare i lunghi periodi di sedentarietà con brevi ma regolari momenti di attività distribuiti nell’arco della giornata. Questo approccio, se mantenuto nei mesi e negli anni, può spiegare perché gli individui che interrompono regolarmente la sedentarietà hanno una migliore salute cardio-metabolica».

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

In forma anche in ufficio: vinci la sedentarietà con le scale

Solo 10 giorni di sedentarietà e il cervello “rinsecchisce”

La sedentarietà fa venire l’ansia

Guerra alla sedentarietà in ufficio: stop ai pranzi davanti al pc, meno e-mail e…