Mal di schiena? I massaggi funzionano davvero

Uno studio americano dimostra effetti positivi che si mantengono nel tempo, ma non per tutti

Massaggi sì o massaggi no? È questo il dubbio amletico che ci poniamo quando abbiamo a che fare con il mal di schiena cronico. L’idea di sdraiarsi su un lettino e affidarsi alle mani sapienti di un fisioterapista è molto allettante, mentre lo è un po’ meno il conto salato che tocca pagare per questo genere di terapie. Dunque vale la pena di aprire il portafoglio per provarci? A quanto pare sì. Lo dimostra uno pubblicato su Pain Medicine dalla Indiana University, negli Stati Uniti.

Lo studio

Finora i benefici dei massaggi contro la lombalgia erano stato dimostrati soltanto con studi scientifici condotti in situazioni strettamente controllate e tipiche di un laboratorio di ricerca. Per verificare se gli stessi risultati potessero essere ottenuti anche in situazioni più comuni, tipiche della vita di tutti i giorni, i ricercatori statunitensi hanno selezionato un centinaio di pazienti colpiti da lombalgia e li hanno sottoposti a un ciclo di dieci sedute di massaggi simili a quelle che qualsiasi persona potrebbe prenotare nel centro fisioterapico sotto casa. I risultati sono stati poi valutati durante due visite successive, a distanza di 12 e 24 settimane dalla fine della terapia.

Gli effetti

Il ciclo di massaggi si è dimostrato clinicamente efficace in oltre il 50% dei casi: non tutti i pazienti, però, hanno ottenuto gli stessi risultati. Le mani del fisioterapista hanno portato benefici soprattutto alle persone più avanti con l’età. Anche gli obesi hanno fatto progressi, ma non sono riusciti a mantenerli nel tempo. I pazienti in cura con oppioidi, infine, hanno avuto risultati positivi anche se decisamente inferiori rispetto a chi non assumeva gli stessi farmaci.

Un costo extra ma utile

«Lo studio conferma ai medici che possono suggerire ai pazienti con mal di schiena cronico di provare con i massaggi, sempre che se lo possano permettere», afferma la coordinatrice dello studio, Niki Munk, ricordando che questo genere di terapia solitamente non è coperto dal sistema sanitario e dalle assicurazioni. «I massaggi rappresentano una spesa extra e per questo – sottolinea la ricercatrice – la gente solitamente si chiede se ne valga la pena. È utile fare massaggi per un periodo prolungato? Può aiutare per esempio ad evitare il ricorso alla chirurgia, che non dà sempre buoni risultati? Questi sono i tipi di analisi che speriamo risultino dal nostro studio».

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Postura e mal di schiena: l’attività fisica è utile

Dalla borsa ai jeans stretti: la moda ti spezza la schiena

Mal di schiena: gli antinfiammatori da banco quasi inutili

Yoga scientificamente efficace contro mal di schiena cronico