Gli esperti hanno diverse teorie su cosa possa scatenare questa patologia reumatica. Escluse le cause genetiche


Le cause della fibromialgia sono ancora ignote, ma, come spiega nella videointervista Giulio Cavalli, responsabile dell’ambulatorio di fibromialgia nell’Unità di Immunologia, Reumatologia, Allergologia e Malattie Rare dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano, ci sono diverse teorie. La fibromialgia è un’ipersensibilizzazione del sistema nervoso centrale che fa percepire il dolore in modo amplificato (scopri qui quali sono i sintomi).

Terapie disponibili 

Proprio perché non si conoscono le cause precise della patologia, le terapie si basano su medicinali presi “in prestito” da altri disturbi, cioè antidepressivi e antiepilettici. Gli esperti, però, consigliano di affiancare ai farmaci degli interventi di natura cognitiva o fisioterapica. Come, ad esempio, un’attività fisica aerobica dolce.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Come vive una persona con la fibromialgia?

Fibromialgia: perché il percorso di diagnosi è lungo?

Artrite reumatoide: scoperto nuovo “interruttore” chiave della malattia

Spondilite anchilosante: le nuove terapie