Ansia: quando è amica e quando diventa nemica?

Pubblicato il: 27 Giugno 2019 alle ore 12:51 Aggiornato il: 26 Giugno 2019
Video in caricamento...

Abbiamo chiesto a un esperto come distinguere le due situazioni. Perché avere "ansietta" è normale, finché non ci fa stare male

Quando supera i limiti e si manifesta in modalità eccessiva, l’ansia può diventare patologica. In tutti gli altri casi, invece, deve essere considerata nostra amica e preziosa alleata. Questo perché è un’emozione antica, che serve biologicamente a difenderci da situazioni di cui è normale avere timore. Insomma, è una sorta di meccanismo di difesa e allerta comune a tutti gli essere umani (non credete a chi vi dice che non ha mai ansia), che ci rende più attenti e ci permette anche di avere prestazioni migliori. Spesso, quando si affrontano le situazioni senza nemmeno un pizzico di ansia, queste possono concludersi anche con risultati peggiori perché si è meno attenti. Non sempre, è chiaro, ma può accadere.

Leggi anche: Pressione bassa o ipotensione

E allora come facciamo a distinguere l’ansia buona e amica da quella nemica, patologica? Ci risponde nella videointerviste l’esperto Giampaolo Perna, responsabile del Centro per i disturbi d’ansia e di panico di Humanitas San Pio X di Milano.

Leggi anche…

None found

Chiedi un consulto