Fino a qualche anno fa l'attività fisica era addirittura sconsigliata, mentre ora si è capito che un esercizio costante e moderato migliora le condizioni di vita delle persone con sclerosi multipla

Lo sport è importante

Lo sport è importanteL’esercizio fisico è fondamentale per tutti, anche per le persone con la Sclerosi Multipla. Solo da qualche anno l’attività fisica è consigliata ai pazienti: prima i medici erano convinti del fatto che dovessero relegare tutte le loro energie per affrontare la vita di tutti i giorni. Fare ginnastica era vista come uno sforzo. Ormai non è più così: dev’essere evitato solo l’esercizio fisico troppo faticoso. L’attività deve essere praticata con moderazione, evitando ad esempio gli sport di competizione. Discorso diverso per un esercizio fisico moderato che tenga conto della situazione personale. Esercizi fisici fatti regolarmente hanno infatti un effetto benefico sulla malattia, pur non potendo frenare la progressione della malattia. Molti studi hanno confermato che chi ha fatto sport seguito da personale competente ha avuto un buon miglioramento della resistenza, della mobilità e della coordinazione. Inoltre non sono da sottovalutare gli effetti positivi sull’umore e l’ansia. Ma quali accortezze bisogna avere e quali sono gli sport più adatti?

Visita medica

Visita medicaUna visita medica prima di iniziare qualsiasi attività sportiva è fondamentale per tutti, ancora di più per chi ha la sclerosi multipla. Parlatene con il vostro neurologo, che saprà darvi tutte le informazioni necessarie.

Personale specializzato

Personale specializzatoDopo la visita medica è cruciale anche rivolgersi a un personal trainer che possa seguirvi almeno nelle prime settimane per evitare errori legati al fai-da-te.

Tenete conto dei limiti

Tenete conto dei limitiLa prima cosa da fare è quella di tenere conto dei propri limiti e delle vostre condizioni fisiche, ricordandosi che però alcuni limiti possono essere superati con un allenamento costante. Quindi iniziate piano e vedete come va.

Ci sono i gruppi speciali

Ci sono i gruppi specialiSe avete già delle limitazioni fisiche importanti rivolgetevi a gruppi di sport speciali dove potrete fare attività fisica di gruppo con personale specializzato, che sa molto bene quello che potete e non potete fare.

Meglio gli sport di resistenza

Meglio gli sport di resistenzaMeglio puntare su nuoto, bicicletta, sci di fondo, nordic walking. Evitate pesi e sport da competizione che rischiano di farvi più male che bene.

Attenti a non accaldarvi troppo

Attenti a non accaldarvi troppoUn fattore particolarmente importante è l’aumento della temperatura corporea durante l’attività fisica, che può aggravare i sintomi della malattia, soprattutto la spasticità. Praticando sport è bene evitare di accaldarsi, ad esempio indossando indumenti traspiranti e adattando l’intensità dell’allenamento.

Nuoto

nuoto salva vitaLo sport completo per eccellenza, permette di sentire molto meno il proprio corpo e di non affaticare le articolazioni. Indicato per chi ha debolezza muscolare, disturbi della motricità a ipersensibilità al calore.

Bicicletta

BiciclettaLa bicicletta o la sua versione da camera sono ottimi alleati della salute. La cyclette è indicata a chi ha problemi di equilibrio e di coordinazione e per chi ha disturbi della vista.

Equitazione

EquitazioneAnche il cavallo può diventare un amico prezioso per fare attività fisica. L’equitazione è indicata per chi ha spasticità e debolezza muscolare, ma anche disturbi della motricità, dell’equilibrio e della coordinazione e disturbi della vista.

Stretching

StretchingLo stretching ha un’azione benefica contro la spasticità e l’accorciamento dei muscoli. I programmi di stretching composti da diversi esercizi per interno coscia, anca, gambe e schiena, possono essere eseguiti da soli (attivi), o con l’aiuto di altre persone (passivi).