tumori testa-collo

In occasione della campagna "Tieni la testa sul collo", dal 16 al 20 settembre ci si potrà sottoporre a screening gratuiti in 30 centri sparsi in tutta Italia

«Tieni la testa sul collo. Un controllo può salvarti la vita». È questo il motto della campagna che, dopo il successo dell’edizione precedente, torna dal 16 al 20 settembre per accendere i riflettori sui tumori della testa e del collo che, ogni anno nel nostro Paese, colpiscono circa 10.000 nuovi individui.

La campagna “Tieni la testa sul collo”

In occasione di questa preziosa iniziativa, promossa dall’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (AIOCC), circa sparsi su tutto il territorio nazionale apriranno le porte al pubblico per «favorire una cultura della prevenzione e della diagnosi tempestiva di queste neoplasie, che originano nella regione della testa o del collo, ad eccezione di occhi, cervello, orecchie ed esofago» spiega Valentino Valentini, Presidente . Per sensibilizzare al meglio la popolazione, dunque, le strutture aderenti offriranno screening gratuiti, cui seguiranno eventualmente consulti specialistici, e materiale informativo.

Leggi anche: Esami del sangue: la guida completa

Bisogna saper individuare i sintomi

Si tratta di un progetto davvero encomiabile, che mira anche ad accrescere la consapevolezza relativa ai sintomi legati a questi tumori, che spesso sono insidiosi e di difficile comprensione, e di conseguenza a promuovere un tempestivo ricorso al medico. «In caso di gonfiore al collo, deglutizione dolorosa o faticosa, naso chiuso da una narice con possibile sanguinamento, raucedine persistente, mal di gola e bruciore alla lingua, lesioni orali rosse o bianche, è necessario  drizzare le antenne, specialmente se questi sintomi perdurano per almeno 3 settimane» aggiunge il professore. «A questo punto non bisogna perdere tempo e andare subito dal medico di famiglia: un controllo e una diagnosi precoce possono salvare la vita».

Leggi anche…