Sesso fa bene

Fa bene al cervello 

Il cervello e le capacità mentali – memoria, funzioni esecutive superiori come la capacità decisionale – vengono rafforzate dal sesso, come dimostrato in uno studio su The Journals of Gerontology: Series B, secondo cui – a parità di età – più sei sessualmente attivo più le tue funzioni mentali sono scattanti.

Migliora la circolazione del sangue

Fare sesso regolarmente aiuta a tenere sotto controllo i valori della pressione del sangue. In questo caso più che di sesso, bisogna parlare di amore. Sono infatti le carezze e le coccole a far scendere l’ormone dello stress, il cortisolo.

Leggi anche: Esami del sangue, la guida completa

Abbassa il rischio di trombosi e infarto 

Mentre si fa sesso aumentano le pulsazioni del cuore. Di conseguenza il sangue scorre più velocemente. In questo modo il corpo produce i monossidi, che mantengono l’erezione e proteggono dall’infarto, se non si è già cardiopatici.

Rallenta l’invecchiamento 

Rallenta l'invecchiamento Grazie alle endorfine e ad altre sostanze rilasciate durante l’attività sessuale, si appare più giovani di qualche anno, la pelle è più protetta da rughe e altri segni del tempo.

Fa bene al sonno

Il sesso è considerato un ottimo anti-stress, probabilmente grazie alle endorfine rilasciate durante l’attività sessuale, che riducono i segnali di stress inviati al cervello ed aumentano il buon umore.

Si abbassa il rischio di cancro alla prostata

L’eiaculazione è risultata associata a minore rischio di cancro alla prostata. In questo caso vale anche la masturbazione.

È un antidolorifico 

Il raggiungimento dell’orgasmo sono risultati avere anche effetto antidolorifico, innalzando la soglia del dolore, specie nelle donne. L’attività sessuale può ridurre i dolori mestruali rinforzando il pavimento pelvico.

Leggi anche: Diabete, la guida completa

Abbassa i livelli di stress 

Durante il sesso il nostro corpo rilascia la prolatina, chiamata anche l’ormone del sesso, che ci difende dallo stress e ci rilassa.

Rafforza la coppia, donandole euforia per 48 ore

Mariti e mogli arruolati nello studio hanno ricevuto un diario da compilare quotidianamente per un periodo di due settimane. Ogni sera, prima di andare a letto, dovevano riportare se avevano avuto rapporti durante la giornata e, indipendentemente dalla risposta, se si ritenevano soddisfatti del partner, della relazione e del matrimonio, indicando un punteggio compreso tra uno e sette. Per avere il polso della situazione, i ricercatori hanno anche valutato la qualità del matrimonio all’inizio dello studio e a distanza di quattro e sei mesi.

In media, i volontari hanno dichiarato di aver fatto sesso in quattro dei 14 giorni presi in esame. Ogni rapporto ha determinato un aumento della soddisfazione sessuale, una sensazione di euforia e appagamento che si è mantenuta per ben 48 ore, indipendentemente dall’età dell’intervistato, dalla frequenza con cui aveva avuto rapporti e dalla durata della storia d’amore.

Leggi anche…